Bilancio del Commissariato Generale sui primi due mesi di partecipazione di San Marino a Expo Milano 2015

Milano, 2 luglio 2015 – A due mesi dell’inizio di Expo e dopo la celebrazione del Giorno Nazionale lo scorso 14 giugno, il Commissariato desidera fare il punto sulla partecipazione di San Marino a Expo Milano 2015.
“Il primo mese è stato piuttosto difficile - dichiara il Commissario Generale Mauro Maiani; specie nelle prime settimane abbiamo dovuto affrontare una serie di problematiche dovute alla mancanza di alcuni indispensabili servizi per il cluster e alla scarsa visibilità e segnalazione del cluster stesso. Ad ogni modo siamo riusciti a chiudere il mese di maggio con circa 18.600 presenze; nel mese di giugno abbiamo superato i 30.000 ingressi, con una media di più di 1.000 visitatori giornalieri. Rispetto a maggio i numeri sono quasi raddoppiati; anche le vendite del Padiglione sono in crescita. Il principale compito, mio e del mio staff, che è composto da quattro manager e otto dipendenti a cui si affiancano nove volontari borsisti sammarinesi, è quello di far si che, ogni giorno dalle 9.00 alle 21.00 per dodici ore, il padiglione apra e chiuda regolarmente accogliendo in maniera professionale i visitatori e fornendo la possibilità di incontri istituzionali e di business nella vip lounge al primo piano. Importante è anche il settore delle vendite (prodotti tipici, francobolli, monete e merchandising) che permette in primo luogo di fare promozione dei nostri prodotti e di realizzare entrate utili alla gestione economica del padiglione.”
“I festeggiamenti del Giorno Nazionale di San Marino a Expo Milano 2015 - prosegue Maiani - hanno segnato il momento più alto della nostra partecipazione all’evento: quel giorno abbiamo mostrato ai visitatori, ai media e ai rappresentanti degli altri paesi partecipanti una San Marino nuova, la San Marino del futuro. La giornata ha visto la partecipazione delle più alte cariche dello Stato, con la presenza degli Eccellentissimi Capitani Reggenti e di ben sette Segretari di Stato, accompagnati da una folta delegazione di rappresentanti delle istituzioni e con la partecipazione di almeno 300 cittadini che hanno raggiunto Milano per l’occasione per testimoniare l’attaccamento alla Repubblica. Sono intervenute anche molte aziende sponsor e partner del Padiglione, coloro che hanno contribuito a rendere possibile la partecipazione di San Marino all’Esposizione Universale.”
“Vi sono diverse iniziative in corso di definizione e destinate alla promozione dei nostri prodotti e produttori – spiega Maiani. Abbiamo poi ricevuto diverse richieste da parte degli sponsor e dei partner per realizzare una serie di eventi in collaborazione con il Commissariato per presentare il nostro sistema Paese e le sue best practices. Stiamo pensando, piuttosto che a eventi musicali e di spettacolo, a momenti di promozione e valorizzazione delle realtà sammarinesi nel campo delle produzioni tipiche con show cooking e degustazioni. Inoltre, seguendo la traccia del tema espositivo del
padiglione vogliamo presentare i progetti di cooperazione allo sviluppo in campo alimentare realizzate dalle nostre Onlus, e un momento di incontro dedicato alla nutrizione e all’emigrazione e ad altri progetti speciali tipo la Banca della Vita e la Banca Merci Internazionale, ecc... Infine, nello spazio del cluster si stanno definendo iniziative proposte dagli altri paesi alle quali San Marino parteciperà dando il proprio contributo.”
Il Commissario comunica infine che lunedì prossimo 6 luglio verrà presentato agli Eccellentissimi Capitani Reggenti il catalogo ufficiale del padiglione, un volume di 300 pagine che, oltre a presentarne in maniera dettagliata il progetto e il tema espositivo, dedica ampio spazio al Sistema Paese e ai progetti di best practice e a quelli di cooperazione che San Marino ha svolto. La parte centrale del catalogo, in vendita presso il padiglione, è dedicata alla descrizione e alle immagini della selezione di prodotti esposti e alle aziende sponsor e partner.”
Il Segretario di Stato per il Turismo Teodoro Lonfernini, quale referente per Expo, ha così commentato i primi due mesi di Expo: “la partenza non è stata delle più semplici, le difficoltà iniziali hanno coinvolto più Paesi tra cui anche la Repubblica di San Marino. L’organizzazione dell’Esposizione Universale è complessa ma, nel giro di poco sono state apportate le migliorie richieste. I problemi dell’inizio hanno indubbiamente sfavorito i flussi e la visibilità del nostro Padiglione ma, dopo le prime settimane, la macchina si è oliata e l’affluenza è cresciuta considerevolmente”.
“Expo è un’occasione unica per mostrare al mondo e alla comunità internazionale la nuova San Marino – prosegue il Segretario. Il progetto e il tema espositivo sono interessanti: sino a fine ottobre dovremo continuare a presentare al mondo il nostro sistema e le nostre peculiarità nel miglior modo possibile, cercando di potenziare l’accoglienza e aumentare i visitatori e, anche mettendo in campo una serie di iniziative di forte attrattività. Nel cluster del Bio-Mediterraneo devono incontrarsi i Paesi dell’area per creare sinergie, realizzare momenti di presentazione e di scambio di conoscenze. La nostra partecipazione all’evento prosegue con l’entusiasmo e la grande passione che merita e che ci muove dall’inizio”.