ORIGINI LEGGENDARIE

San Marino ha una storia molto antica, tramandata e vissuta dalla sua popolazione in modo profondo e sinceramente sentito.
Le origini di questa storia sono legate al culto del suo Santo, cui la leggenda fa risalire il merito di aver fondato la Repubblica.
Ed è appunto la leggenda che ci tramanda la figura di questo tagliapietre che nel 257 d.C., venuto dalla natia isola di Arbe in Dalmazia, salì sul Monte Titano e ivi fondò una piccola comunità di cristiani, perseguitati per la loro fede al tempo dell'Imperatore Diocleziano.
Attorno a lui nel 301 d.C. si formò la prima comunità della Repubblica: la storia di San Marino ha inizio.

LIBERTÁ E INDIPENDENZA

Quello che è certo è che la zona fu abitata fin dai tempi preistorici. Informazioni e testimonianze cominciano ad essere molto più copiose a partire dalla metà del XIII secolo, quando la società sammarinese iniziò un processo d’affrancamento dai poteri politici che controllavano tutta la sua zona geografica.
Nel XIV secolo San Marino proseguì nella sua lenta lotta per rendersi completamente autonomo dai poteri esterni partecipando a battaglie, stringendo alleanze e continuando ad ampliare gradualmente il suo territorio. Nel 1463 prese parte vittoriosamente ad una guerra contro i signori di Rimini, i Malatesta, ottenendo in cambio la sottomissione di alcuni villaggi e l’estensione del territorio, che raggiunse l’ampiezza definitiva di 61 km2. Nel corso dei secoli il territorio e l’autonomia di San Marino furono messi a dura prova, ma grazie a saggi accordi diplomatici e alle giuste alleanze l’indipendenza fu sempre riconquistata.