LA DICHIARAZIONE

La Repubblica di San Marino non ha una propria carta costituzionale scritta, ma riconosce negli statuti, nelle leggi, nel diritto comune e nella consuetudine, i propri riferimenti normativi. È del 1974 una "Dichiarazione dei diritti dei cittadini e dei principi fondamentali dell’ordinamento sammarinese", che definisce funzioni e competenze degli organi costituzionali. La "Dichiarazione" è stata aggiornata nel 2002.

I CAPITANI REGGENTI

I Capitani Reggenti sono i Capi dello Stato. Sono due ed esercitano il loro ufficio collegialmente. L'ufficio di Capo dello Stato affidato a due persone ha origini molto antiche ed è emblematico dell'attenzione posta dal popolo sammarinese nell'evitare il rischio che da incarichi di autorità e comando potessero derivare poteri personali. A rendere ancora più esplicita questa attenzione sono le disposizioni relative alla durata dell'incarico, fissata, fin dagli Statuti del XIII secolo, a sei mesi e non ripetibile per almeno tre anni.
I Capitani Reggenti vengono eletti dal Consiglio Grande e Generale (il Parlamento della Repubblica di San Marino) tra i suoi membri. Ogni semestre, il 1° aprile e il 1° ottobre di ogni anno, si ripete la suggestiva cerimonia di investitura alla quale partecipa il Corpo Diplomatico e Consolare accreditato insieme alle autorità dello Stato. Nell'occasione, viene tenuta un'orazione ufficiale da una personalità del mondo della scienza, della cultura, della politica, della storia, di rilevanza internazionale.
Possono diventare Reggenti solo i cittadini sammarinesi originari che abbiano compiuto i venticinque anni di età. Alla carica di Capitano Reggente non si può rinunciare. Essa prevale su ogni altra carica, che deve essere abbandonata in caso di elezione.
I Capitani Reggenti hanno diritto al titolo di "eccellenza".

Sito Ufficiale: www.reggenzadellarepubblica.sm

I POTERI

L’organo legislativo di San Marino è il Consiglio Grande e Generale, l’assemblea più importante in cui si stabilisce la vita politica della Repubblica e vengono attuate le scelte principali per la sua evoluzione sociale.
Il governo della Repubblica di San Marino è il Congresso di Stato, composto usualmente da 10 Segretari o ministri scelti e nominati all’interno del Consiglio Grande e Generale, ovvero tra i membri della coalizione politica vincitrice delle elezioni. Restano in carica per 5 anni.
San Marino possiede poi altri istituti politici importanti come il Consiglio dei XII, anch’esso molto antico, che ha funzioni di natura giudiziaria e legati alla giustizia amministrativa. Ha poi un suo sistema di magistratura preposto ad applicare le leggi, ed un articolato sistema burocratico, amministrativo e fiscale grazie a cui viene gestito tutto il piccolo Stato.

AMMINISTRAZIONE

Il territorio della Repubblica di San Marino è diviso amministrativamente in nove zone, ognuna prende nome dal suo paese più grande, detto Castello.
Ogni Castello è presieduto da una Giunta di Castello, che ha compiti legati al controllo e alla gestione dei servizi della sua area geografica, alla promozione e al coordinamento di attività di natura culturale, ricreativa o sociale, alla manutenzione, progettazione e realizzazione di lavori pubblici, parchi, ecc.

Per maggiori informazioni visita www.visitsanmarino.com